impianto CO₂ acquario economico

Questo impianto CO₂ acquario permette di erogare anidride carbonica a basso costo nel nostro acquario favorendo la crescita e la salute delle piante.

Il kit CO₂ per acquari consiste in:

  • 1 manometro di pressione
  • 2 tappi a vite (per collegamento alle bottiglie di plastica)
  • 1 Valvola di controllo
  • Tubo (diametro esterno 6 mm) lunghezza 160cm.

Il kit CO₂ acquario è già assemblato e pronto all’uso, basta fornirsi di 2 bottiglie in plastica per bevanda gassata vuote (personalmente consiglio quelle della coca cola da 2lt. resistenti e si avvitano perfettamente i tappi).

Nelle bottiglie di plastica per ottenere la CO₂ bisogna fare reagire 2 sostanze, l’acido citrico e il bicarbonato di sodio.

Nella bottiglia A mischiamo acido citrico e acqua, le dosi consigliate dal produttore del Il kit CO₂ per acquari sono 200gr di acido citrico disciolto in 600ml di acqua.

Nella bottiglia B mischiamo bicarbonato e acqua, le dosi consigliate sono 200gr di bicarbonato disciolto in 200ml di acqua.

Dopo aver disciolto bene i componenti immettere nella bottiglia A il tubicino con il manometro  e chiudere il tappo, nella bottiglia B inserire il tubicino con la valvola di controllo  chiudere il tappo. Per ultimo chiudere la valvolina di regolazione del flusso della CO₂.

Per avviare la reazione che produrrà la CO₂ artigianale bisogna far passare il liquido da una bottiglia all’altra, comprimere e rilasciare dopo qualche secondo la bottiglia A fino a che diventa troppo duro farlo. Il manometro dovrebbe segnare un po’ di pressione nel dispositivo. Per arrivare alla pressione consigliata di circa 2 bar svitate la valvolina di regolazione del flusso ed appena inizia il travaso del liquido dalla bottiglia A verso B la richiudete, ripetete fino a che la pressione arriva a 2 bar.

A questo punto collegare al tubicino rimasto libero un diffusore CO₂ per acquario e posizionatelo nell’acquario, aprite un po’ la valvolina di regolazione del flusso della CO₂. Dopo poco tempo si vedranno delle piccole bollicine uscire dal diffusore.

Si consiglia di dotarsi di un diffusore CO₂ dotato di conta bolle per capire quanta CO₂ si sta immettendo nell’acquario e regolarla in base alle proprie esigenze.

La produzione di CO₂ termina quando tutto il contenuto della Bottiglia A è passato nella bottiglia B e il manometro segnerà la pressione prossima a 0. Per ricaricare il kit CO₂ per acquari basterà ripristinare le sostanze nelle 2 bottiglie e rifare tutto il procedimento indicato prima.

La durata della carica si basa sulla quantità di CO₂ che si immette nell’acquario, in genere una carica può durare anche 2/3 mesi.

Avvertenza sulla CO₂ che si immette in acquario

Avere un impianto di co2 per acquario e immettere CO₂ in acquario è importante principalmente per 2 motivi:

  1. Aiuta le piante a sviluppare appieno i processi di crescita rendendole più sane, rigogliose e più colorati il fusto e gli steli.
  2. Abbassa il PH dell’acqua permettendo di poter popolare l’acquario con pesci e gamberetti d’acqua dolce che prediligono vivere in acque meno dure di quelle erogate generalmente dall’acquedotto.

Se erogate CO₂ in acquario bisogna fare attenzione alla quantità disciolta nell’acqua, Il valore massimo di CO₂ tollerato dalla maggior parte dei pesci, è di 40 mg/l, oltre tale soglia possono sorgere problemi fisici che possono portare nei casi estremi alla morte.

In commercio vi è un comodo strumento economico che rileva in modo continuo e preciso la quantità di CO₂ presente in acquario così da intervenire in caso di eccesso o carenza. regolando le bolle che rileviamo tramite il diffusore CO₂ dotato di conta bolle per ottenere il valore ottimale. Lo trovate qui